“Ogni persona è come un’isola in se stessa, e lo è in un senso molto reale, e può gettare dei ponti verso le altre isole solamente se vuole ed è in grado di essere se stessa”

Carl Rogers

 

ognuno è speciale

 


CONSULENZA PSICOLOGICA

“Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi.”

Marcel proust (1871-1922)

 il-piccolo-principe aiutare gli altri

La sindrome da disagio lavorativo si sta diffondendo sempre più. Il lavoro sta vivendo un processo di cambiamento epocale: dalla fine dell’Ottocento ai giorni nostri le tipologie di lavoro sono profondamente cambiate e negli ultimi anni stiamo assistendo a una continua, incessante evoluzione che, con l’affacciarsi di moderne tecnologie e di mutate condizioni di organizzazione del lavoro, sta modificando sia i rischi che le patologie professionali.

Mi rivolgo a tutte quelle persone che sentono la mancanza di controllo o di coinvolgimento nella propria vita lavorativa e che stanno vivendo l’incertezza del posto di lavoro. Queste situazioni possono provocare varie situazioni di disagio lavorativo (mobbing, burnout, stress lavorativo, molestie) e che passano attraverso particolari stati d’animo (ansia, irritabilità, esaurimento fisico, panico, senso di colpa, negativismo, disistima), somatizzazioni (emicrania, sudorazione, insonnia, disturbi gastrointestinali) e reazioni comportamentali (assenze o ritardi frequenti, distacco emotivo, ridotta creatività).

Io credo che la migliore strategia di difesa (strategie di coping) che una persona possa mettere in atto di fronte a una situazione che ritenga intollerabile sia quella di ricercare soluzioni nuove evitando la fuga o il deviamento in quanto, queste, allontanano solo momentaneamente e non definitivamente la persona dal problema.

Se vuoi capire meglio il approccio clicca qui

.

CAREER COUNSELING

“L’individuo trarrà soddisfazione dal proprio lavoro nella misura in cui il lavoro gli permetterà di essere la persona che è, cioè di realizzare i suoi valori, di appagare i suoi desideri, di utilizzare i suoi talenti”

academy aziendali

In questo periodo storico le nozioni di sicurezza e linearità del proprio sviluppo professionale non sono più la norma. Credo che il counseling per la crescita professionale possa aiutare la persona a trovare punti di riferimento stabili all’interno di questa nuova cornice tecnica e culturale che le permettano di muoversi in sicurezza, senza troppa sofferenza.

Cercherò, attraverso esercizi di facilitazione alla costruzione progettuale, di mettere in moto le energie personali, progettuali e professionali in modo da aumentare nella persona il suo grado di consapevolezza, affinché gestisca al meglio la responsabilità della sua progettazione e delle sue scelte professionali.

Il Metodo: “A SCEGLIERE SI IMPARA”

“Se non sai ancora bene dove andare e come sarà possibile, inizia a guardare da dove vieni”

ANONIMO

Le 4 fasi del training di intervento:

ESPLORAZIONE: del sé e del mondo imprenditoriale col pensiero creativo. Imparo ad ACCETTARE L’ AMBIGUITA’

CRISTALIZZAZIONE: mirare ed individuare la propria professione evidenziando tratti, motivazioni e valori. Imparo ad AVERE FIDUCIA IN ME

SPECIFICAZIONE: validare la decisione facendo una scelta che tenga conto dei propri desideri e della possibilità di realizzarli. Imparo ad ACCETTARE IL COMPROMESSO

REALIZZAZIONE: facilitare l’azione definendo il piano di azione e evidenziando possibili ostacoli. Imparo a PIANIFICARE e PROGETTARE cioè SCELGO.

 

 


Leggi i miei ultimi post: