“Ho maturato la convinzione che più un individuo è compreso ed accettato, più tenderà ad abbandonare le false difese di cui si è servito per affrontare la vita e ad impegnarsi su un cammino di progresso.”

C. ROGERS (1961)

 

foto stefania1

 

Sono una professionista che Rispetta profondamente le PERSONE, la loro unicità e Crede nella loro possibilità di scelta.

Ho scelto di studiare ed approfondire la psicologia del lavoro e dell’orientamento proprio per dare alle aziende e alle persone la possibilità di fare delle scelte nella consapevolezza che la scelta fatta, in un dato momento della propria storia di vita, è la più SODDISFACENTE tra le possibili alternative.

 


 

IL MIO PERCORSO PROFESSIONALE

La mia carriera inizia nel 1998, dopo la laurea in psicologia del lavoro e il tirocinio presso uno studio di ricerca e selezione di Vicenza, per conseguire l’abilitazione di Psicologo, OPV N.7764, in una società di somministrazione leader nel suo settore come Responsabile di Filiale. Negli undici anni di lavoro presso questa azienda ho avuto modo entrare in relazione con molte aziende medio grandi e con molte persone che erano alla ricerca di una occupazione. Aiutavo le aziende a sopperire alle loro esigenze momentanee di carico di lavoro inserendo le migliori risorse umane e dall’altro affiancavo le persone nell’inserimento nel mondo del lavoro.

Dal 2009 in libera professione opero prevalentemente nel modo delle politiche attive al lavoro. Accompagno le persone, anche con disabilità, attraverso percorsi di orientamento e tirocini mirati, a ricollocarsi all’interno dei contesti organizzativi. Con le aziende ospitanti definisco i piani formativi per un inserimento efficace (processo Onboarding) con il minor stress per la persona e l’azienda stessa.

Nel 2011 nell’ottica della mia crescita personale e professionale e per ampliare il mio campo di intervento anche alle Aziende, ho frequentato un corso di alta formazione in Psicologia del lavoro e delle organizzazioni e nel 2012 ho intrapreso un percorso quadriennale in psicoterapia che si è concluso nel dicembre del 2015 conseguendo la specializzazione in  “Intervento sul disagio in ambito organizzativo e valorizzazione della persona” diventando Psicoterapeuta.

Oggi, 2016, collaboro, nell’ottica della salute occupazionale, alla consulenza per l’orientamento professionale, per il disagio lavorativo con la persona e per il potenziamento organizzativo, con l’imprenditore.

Se desideri approfondire la mia conoscenza clicca qui


IL MIO APPROCCIO

Il mio approccio é, riprendendo le parole di G.Kelly, padre del costruttivismo e base su cui si fonda il mio intervento, un “approccio credulo”. Esso consiste nel cercare di vedere il mondo con gli occhi dell’Altro, di assumere il suo sistema di valori per poter instaurare una relazione costruttiva volta a lenire la sofferenza della persona.

La Prospettiva Costruttivista parte dall’idea che ognuno di noi abbia il proprio modo di dare senso e significato alle esperienze e alle relazioni che intesse con gli altri. Ogni persona è come un ricercatore che fa le sue ipotesi sul mondo e le testa per verificare la sua utilità.

La Psicoterapia Costruttivista  è un percorso attraverso cui l’individuo viene aiutato a ridare senso alle proprie esperienza cercando nuovi modi per affrontare i problemi. L’obiettivo è quello di accompagnare la persona in un processo di cambiamento lungo direzioni nuove ma percorribili dal suo punto di vista.

La Relazione Terapeutica è il canale principale di questo processo: il terapeuta è presente come esperto del cambiamento, la persona che porta i suoi disagi è esperta dei propri significati e problemi. La relazione è come un laboratorio in cui insieme si conducono nuovi esperimenti, testandone l’utilità prima di portarli nella propria vita quotidiana dove cambiare spesso è complicato.

Le Tecniche utilizzate, verbali e non verbali, vengono utilizzate per favorire la relazione, promuovere la creatività, esplorare cambiamenti possibili e la loro percorribilità.

Non posso giocare con te” aveva risposto la volpe.

“Non sono addomesticata”

 IL PICCOLO PRINCIPE


Leggi i miei ultimi post: